Questione di Peeling

Skin_Mag_Peeling
Skin_Mag_Peeling
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Parliamo di uno dei trattamenti più richiesti e diffusi. E aggiungerei…per fortuna!

L’esfoliazione deve precedere ogni altro trattamento estetico ed è alla base di una buona routine che preservi la pelle, mantenendola sana e luminosa.

Il “Peeling” , che significa letteralmente “pelatura”, è un trattamento chimico. A differenza dello “Scrub” che è invece abrasione meccanica. Lo scrub si effettua massaggiando delicatamente il prodotto sulla pelle umida, evitando il contorno occhi. L’esfoliazione è prodotta da granelli di sale o da microgranuli presenti nel prodotto, che possono essere anche naturali, ottenuti da semi di frutti come pesca, albicocca, olive, argan o addirittura dal guscio di crostacei.

Il peeling invece si applica sulla pelle detersa e si lascia agire per 3-5 minuti senza massaggiare. Sono direttamente le molecole esfolianti, in genere di alfa e beta idrossiacidi derivati dalla frutta, che agiscono sulle cellule morte in superficie. Gli acidi della frutta hanno anche un’azione idratante, trattenendo in superficie l’acqua prodotta dalla pelle stessa.

I benefici del peeling sono ovviamente l’asportazione delle cellule morte, che impediscono l’ossigenazione, rendendo la pelle opaca, ispessita e priva di elasticità. Gli agenti esterni, il trucco, la polvere, ostacolano l’attività auto-esfoliante della pelle, per questo abbiamo bisogno di questo trattamento per aiutare la pelle a rigenerarsi e a ritrovare compattezza e splendore.

La frequenza di questo trattamento dipende dal tipo di pelle e deve essere l’estetista di fiducia a programmarlo e ad eseguirlo. Non va mai eseguito in presenza di infiammazioni, quali eczema, eruzioni cutanee o dermatiti. Non va effettuato d’estate o quando prevediamo di esporci al sole. Ricordiamo che il peeling va eseguito solo in istituti specializzati e che si tratta di un trattamento professionale…non una pratica “fai da te”.


Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *